Sito Ufficiale Della Viticoltura a Caldaro | Südtirol | Italien
Kaltern am SeeBolzano Vigneti e DolomitiSüdtirol Alto Adige

Video di Caldaro e d'intorni. Alcune impressioni del sud dell'Alto Adige

B come:

Bitterle, das
(Erika Wimmer)
Ciò di cui non si ha più bisogno, chissà perché. Ci sono esseri assettati dai musi giganti che appoggiano le labbra non al bicchiere, ma riempiono di vino fino ai bordi un Bitterle, svuotandolo in un solo sorso. Una tale botte, con un contenuto da 3 a 5 litri circa, ha una capienza media: nè troppo piccola nè troppogrande. Essa non ha lo scopo di conservare il vino quanto piuttosto di berlo. Oggi e la si trova per lo più esposta al museo civico contadino, oppure giace dimenticata in qualche angolo della vecchia casa vinicola. Eppure, ancora oggi, esistono esemplari umani assettati e dai musi giganti che preferiscono mettere le labbra non al bicchiere, ma alla botte che vorrebbero svuotare in un solo sorso. Di un Bitterle loro avrebbero bisogno.

Blume, die (profumo, il)
(Erika Wimmer)
Ciò che – oltre il suo colore – rende la bevanda così erotica. Il bianco è come oro effervescente, il rosso come rubino liquido. Ma la Blume sta bene a tutti e due, e dà un gran piacere a chi la degusta con il naso. Un breve dilatarsi delle narici, un ‘appena percettibile vibrare delle alette del naso, seguito da un leggero fremere … se i peli del gaudente si rizzano dolcemente, procurandogli un brivido che scorre lungo la schiena, allora sì, che il vino è ottimo.

Braschlet, das
(Erika Wimmer)
Ciò che non è più ➛ Weimer ma neppure ancora succo. Tirarsi sù i pantaloni e le gonne, poi immergere i piedi nudi nella botte e divertirsi un sacco a pestarci i chicchi. L’uva schizza, qualcuno ride e si diverte, i bambini impasticciano, altri sono disgustati dal succo appiccicoso sulle gambe e sui vestiti. Chi è stufo del pestare e si vuole sbrigare, passa alle macchine. Ci rovescia dentro i grappoli raccolti e schiacciati e feriti, aperti e separati, miscelati e intrisi di succo, ecco la prima fase della lavorazione del vino.

Buitn, der
(Johann G. Mairhofer)
A Caldaro Buitn è il nome del vigneto più vicino al maso. Nella zona di Bolzano si usa il Paint. Nel territorio del vecchio Tirolo, non adibito alla viticoltura, solitamente così era chiamato un campo destinato alla coltivazione, ad eccezione del grano. Tuttavia, da molto tempo la parola viene usata soltanto come nome di contrada; ad esempio: puit o pointl nella valle dell’Inn; puite nel Gschnitz, o paint nella valle Zillertal.

A B C F G H L M N O P R S T V W

Torna alla panoramica
superiore