Sito Ufficiale Della Viticoltura a Caldaro | Südtirol | Italien
Kaltern am SeeBolzano Vigneti e DolomitiSüdtirol Alto Adige

Video di Caldaro e d'intorni. Alcune impressioni del sud dell'Alto Adige

Il metodo moderno: il sistema a controspalliera

Il sistema a controspalliera
Il sistema a controspalliera

Dalla metà degli anni 80, per i nuovi impianti i viticoltori introducono progressivamente il sistema della controspalliera. La scelta ha principalmente un significato qualitativo. Il vantaggio della pergola consiste nel fatto che sotto le frasche, il terreno assorbe meglio l’umidità.

D’altro canto le uve maturano con una minore insolazione, un vantaggio per i vini freschi e fruttati come la Schiava. Per contro le altre qualità non riescono a sviluppare al meglio il loro bouquet. Il sistema Guyot garantisce ad ogni qualità il tenore ideale di insolazione.

Mentre il sistema a pergola consente di coltivare dalle 3000 alle 5000 viti per ettaro, col sistema Guyot il numero cresce a 5000 - 8000. Questo significa che a parità di resa, col sistema Guyot si coltiva esattamente la metà delle uve rispetto al sistema a pergola. Va da sé quindi che si producano vini molto più ricchi in estratti. E’ probabile che sarà solo la Schiava a venire coltivata a pergola, l’unico vino capace di sviluppare al meglio le sue qualità con questa modalità di coltivazione.

Secondo gli esperti il surriscaldamento del suolo terrestre e la tendenza a sviluppare un grado alcolico più elevato potrebbero riportare alla ribalta la tradizionale coltivazione a pergola.

Torna alla panoramica
superiore