Sito Ufficiale Della Viticoltura a Caldaro | Südtirol | Italien
Kaltern am SeeBolzano Vigneti e DolomitiSüdtirol Alto Adige

Video di Caldaro e d'intorni. Alcune impressioni del sud dell'Alto Adige

M come:

Madroalen, die
(Erika Wimmer)
Ciò con cui la pianta si aggrappa. Lì dove non matura un grappolo d’uva, la vite sviluppa giovani filamenti che si arrampicano, si girano a spirale e si stringono al legno. Come fili o liane elastiche e forti, i Mandroalen, si snodano attorno alle assicelle e ai legni dell’impalcatura, sostenendo il peso della vite con tutti i suoi frutti autunnali. Qui e là si allentano a spirale di un verde tenero, poi aprendosi, dondolano graziosamente nel vento. I bambini che passano da lì le staccano e le usano per fare delle decorazioni.

Moster, der
(Kurt Lanthaler)
In tempi passati i grappoli d’uva erano staccati con cura. Si raccoglievano anticipatamente dal momento che se ne riconosceva la unicità e, quasi singolarmente, venivano trasportati nella casa vinicola. Ma non è tutto: per facilitare il trasporto, l’uva veniva schiacciata sul posto. A ciò soccorreva il Moster: un pestello di legno con pistone in legno duro. Spesso al mastello si stava in due, ciò consentiva di scambiare due chiacchiere. La faccenda risultava faticosa in ogni caso. Più folcloristica era la storia delle signorine che schiacciavano l’uva a piedi nudi fino all’altezza dei fianchi. Diceria radicata.

A B C F G H L M N O P R S T V W

Torna alla panoramica
superiore